The geeky life

Vivere in una nazione e in un tempo ad alta tecnologia è comodo. Soprattutto perché, come e forse più di tanti ex colleghi, quando si tratta di acquisti o prenotazioni, non amo l’interazione richiesta dal telefono, figuriamoci quella vis à vis. Inoltre ormai, con gli smartphones di ultima generazione, non è davvero più indispensabile un PC per sfruttare al meglio questa comodità. Niente contro i PC, per carità, ma mentre scelgo le cose online devo potermi muovere per seguire il mio piccolo avventuroso esploratore per casa.
Ecco quindi un elenco (come sempre random e incompleto) di siti, app e servizi che ci stanno semplificando la vita qui negli Stati Uniti.

Glympse: un servizio che permette di condividere con chiunque la propria posizione in movimento. Quando Andrea si mette per strada, mi invia un Glympse, io seguo il suo tragitto via browser sulla mappa e so sempre a che punto è. Comodissimo per organizzare la cena e per accogliere il papà con Davide proprio mentre arriva nel nostro cul-de-sac 🙂

Safeway: la spesa online di uno dei supermercati più diffusi in zona. Molto comoda la app. Purtroppo non sempre hanno tutto quel che si vorrebbe comprare (in questo devo dire che l’Esselunga è imbattibile :)), ma per le emergenze va benissimo, soprattutto perché spesso ci sono promozioni per cui la consegna è gratuita.

Earth Baby: recapito, ritiro e smaltimento di pannolini compostabili. Ormai sappiamo tutti che i pannolini usa e getta sono una delle più grandi fonti di immondizia e che ci mettono letteralmente secoli a essere smaltiti. Per non parlare del discorso “chimicaglia  a contatto della pelle del bimbo”. Questo servizio aiuta a tenere la coscienza ecologica un po’ più pulita a quei genitori che non se la sentono di optare per i pannolini lavabili.

Tiny Tots: e taaaaac! Ecco appunto un analogo servizio di affitto, ritiro e pulizia dei pannolini lavabili, con prodotti eco friendly, obviously.

GrubHub: funziona come clicca e mangia e analoghi in Italia: un gateway tra chi ha voglia di un pasto a domicilio e gli esercizi commerciali che offrono il servizio, che non devono così gestire un e-commerce dedicato (anche se qui ovviamente ce l’hanno praticamente tutti, e GrubHub fa più da directory che altro).

Zillow: app e sito (mobile e no) per trovare casa valutando fattori come le scuole nei paraggi, i servizi, i collegamenti eccetera. Molto pratico e con un ottimo database.

NeighborhoodScout: hai scovato una casa interessante ma non conosci la zona? Qui puoi ravanare tra le statistiche relative alla qualità della vita: inquinamento, tassi di criminalità, scuole.
Se invece vuoi indagare su quanto guadagnano in media i tuoi concittadini, da che angoli del mondo vengono e così via, c’è CityData.

Un po’ fuori categoria, perché non solo USA, ma infinitamente più diffuso e utile che a Milano: yelp! Recensioni, foto e informazioni su esercizi commerciali, medici, scuole, luoghi da visitare e chi più ne ha più ne metta. Davvero indispensabile.

Advertisements

4 thoughts on “The geeky life

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s